×
bureau Avviso

Comunicato
In conseguenza del DPCM n. 18,pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 marzo 2020, viene confermato che fino a data da destinarsi
le lezioni dei corsi proseguiranno regolarmente in modalità a distanza, come gli esami di profitto che si svolgeranno in modo da assicurare
la presenza on-line della Commissione d’esame, i cui componenti saranno collegati con l’aula virtuale, e con la contemporanea presenza in rete
di almeno due studenti oltre all’esaminato. Contestualmente i Presidenti predisporranno il verbale GOMP.
In un tempo di emergenza l’Università’ “G. Fortunato” assicura la regolare continuazione delle sue attività di istituto grazie all’esperienza maturata,
che proprio in condizioni come le attuali conferma l’efficacia e la validità delle Università telematiche, in grado di mantenere un continuo colloquio
tra corpo docente, tutors e studenti in virtù di una organizzazione amministrativa e di una tecnologia consolidate.

Descrizione dell'attività di ricerca | Università Telematica Giustino Fortunato

Descrizione dell’attività di ricerca


DESCRIZIONE DELL’ATTIVITÀ DI RICERCA

La Ricerca costituisce da sempre una funzione prioritaria dell’Università Giustino Fortunato, che si contraddistingue per un’attività scientifica di eccellenza, finalizzata allo sviluppo ed al trasferimento della conoscenza.

In Ateneo sono rappresentate le seguenti Aree Disciplinari, rientranti tra le 14 Aree Disciplinari identificate dal Comitato Universitario Nazionale (CUN):

  • Area 01 – Scienze matematiche ed informatiche
  • Area 08 – Ingegneria civile ed architettura
  • Area 09 – Ingegneria industriale e dell’informazione
  • Area 11 – Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
  • Area 12 –Scienze giuridiche
  • Area 13 –Scienze economiche e statistiche

 

Per ciascuna area i professori e i ricercatori di riferimento svolgono la propria attività scientifica, alla luce dei parametri stabiliti dall’ANVUR ai fini della valutazione della qualità della ricerca.

Le valutazioni dei prodotti scientifici sono basate sul metodo della valutazione tra pari e, per gli articoli indicizzati nelle banche dati ISI e Scopus, sull’analisi bibliometrica.

La Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR) è rivolta alla valutazione dei risultati della ricerca scientifica effettuata nel periodo di riferimento. La VQR viene formalizzata con l’approvazione del relativo Decreto Ministeriale.

Sono presi in considerazione ai fini della VQR i prodotti di ricerca costituiti da: articoli su riviste; libri e capitoli di libri (se dotati di ISBN); edizioni critiche, traduzioni e commenti scientifici; brevetti; altri prodotti quali composizioni, disegni, performance, software, banche dati, e altro.

 

L’attività di ricerca viene svolta con il supporto di strutture altamente tecnologiche ed innovative ed è ispirata ai criteri di innovazione, originalità, interdisciplinarietà, internazionalità, validità scientifica.

In adesione alle Linee Guida di Ateneo sulla ricerca e nel rispetto delle indicazioni e degli impulsi dettati dal Rettore, vengono definiti i filoni di ricerca comuni, che concorrono a definire gli obiettivi strategici della ricerca di Ateneo.

 

L’intensa e cospicua attività di ricerca si sostanzia in pubblicazioni, convegni, seminari,  call conferenze, progetti di ricerca.

Il patrimonio scientifico e culturale sviluppato dall’Ateneo è messo al servizio non solo della comunità accademica, ma anche degli studenti, delle imprese, delle istituzioni e, più in generale, dell’intera collettività, anche attraverso un continuo e proficuo confronto con i Portatori di Interesse ed in collaborazione con Enti ed Istituzioni pubbliche e private.