Metodologie-didattiche-per-l’insegnamento-della-lingua-italiana-a-stranieri----Didattica-dell’Italiano-L2

Info del corso

Lingua in cui si tiene il corso:

Modalità di svolgimento:

DURATA:

CFU:

Diventa uno studente.
Unifortunato!

Calendario corsi

Pedagogia speciale e didattica dell’inclusione – M-PED/03

DOCENTI

Prof.ssa Rosa Grano – email r.grano@unifortunato.eu

Prof. Lino Santillo – email l.santillo@unifortunato.eu

Prof. Riemma Michelangelo – email m.riemma@unifortunato.eu

Prof. Luigi Meccariello – email l.meccariello@unifortunato.eu

 

DURATA DEL CORSO

    Il corso prevede un carico orario pari a 48 ore di lezioni (1 CFU = 8 ore)

 

RICEVIMENTO

    Il ricevimento si svolgerà al termine della lezione

PROGRAMMA DEL CORSO:

  • Fondamenti di pedagogia generale e di storia dei processi formativi e delle istituzioni scolastiche
  • Le principali prospettive di ricerca pedagogica e didattica su disabilita’ e bisogni educativi speciali, compresi i disturbi specifici di apprendimento
  • Analisi di modelli e strategie educative per lo sviluppo di una scuola interculturale, con riferimenti all’educazione alla democrazia, alla cittadinanza, alla pace e al rispetto dell’altro, alla prospettiva di genere, alle dinamiche di devianza e marginalizzazione e ai relativi pregiudizi, ai fenomeni di radicalizzazione e alle relative implicazioni nel contesto scolastico e nella formazione delle giovani e dei giovani
  • Riconoscimento delle dinamiche esclusive/inclusive all’interno dei gruppi e delle istituzioni formative e analisi e gestione pedagogica di situazioni di bullismo, cyberbullismo e omofobia e alle dinamiche della discriminazione, alle nuove forme di dipendenza e alle differenti problematiche giovanili
  • Le dimensioni pedagogiche/didattiche dei fenomeni di dispersione e abbandono scolastico
  • L’orientamento scolastico e le relative implicazioni educative e didattiche, con analisi delle coordinate pedagogiche inerenti le strategie di orientamento scolastico e professionale, di tutorato contro l’insuccesso scolastico e di riconoscimento degli apprendimenti pregressi, soprattutto non formali e informali, di adolescenti e giovani
  • La scuola come abiente di apprendimento: analisi dei bisogni educativi e formativi degli adolescenti e dei giovani nella societa’, nelle organizzazioni educative e nelle agenzie di formazione formali, non formali e informali in relazione anche alle ricadute sulle attiivita’ educative connesse ai cambiamenti culturali e degli stili di vita di adolescenti e giovani e sulle implicazioni dei fenomeni sociali e interculturalinei contesti scolastici
  • Educazione ambientale, educazione allo sviluppo sostenibile e alla cooperazione internazionale

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Fondamenti di pedagogia generale, di storia dei processi formativi e delle istituzioni scolastiche con particolare riferimento ai processi di insegnamento/apprendimento e di condivisione del sapere
  • Le principali prospettive di ricerca pedagogica e didattica su disabilita’ e Bisogni Educativi Speciali (BES), compresi i Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA)
  • Analisi di modelli e strategie educative per lo sviluppo di una scuola interculturale
  • Analisi e gestione pedagogica di situazione di bullismo, cyberbullismo e omofobia e alle dinamiche della discriminazione, alle nuove forme di dipendenza e alle differenti problematiche giovanili
  • Le dimensioni pedagogiche/didattiche dei fenomeni di dispersione e abbandono scolastico
  • Le implicazioni educative e didattiche dell’orientamento
  • La scuola come ambiente di apprendimento: analisi dei bisogni educativi e formativi degli adolescenti e dei giovani nella società, nelle organizzazioni educative e nelle agenzie di formazione formali, non formali e informali in relazione anche alle ricadute sulle attiività educative connesse ai cambiamenti culturali e degli stili di vita di adolescenti e giovani e sulle implicazioni dei fenomeni sociali e interculturali nei contesti scolastici
  • Educazione ambientale, educazione allo sviluppo sostenibile e alla cooperazione internazionale

Curriculum della  Prof.ssa Grano

ROSA GRANO

Avellino – 03/08/1957

r.grano@unifortunato.eu

1) Formazione, attività scientifica e/o professionale:

Qualifica: Dirigente II fascia presso il M.I.U.R.
Incarico attuale: Dirigente tecnico USR Campania – Dirigente ad interim Ufficio VII – Ambito Territoriale di Avellino

Titolo di studio: Laurea in Pedagogia conseguita in data 29.01.1985 con voto 110/110 presso Università di Salerno
Altri titoli di studio e professionali: Diploma di Vigilanza nelle scuole elementari conseguito in data 25.02.1988 con voto 29,50/30 presso Università di Salerno

Esperienze professionali (incarichi ricoperti):

  • Immissione nel ruolo degli Ispettori Tecnici ai fini giuridici dal 22.11.1990 ai sensi del comma 9 art. 5 Legge n. 417 del 27.12.1989 ai fini economici dal 18.03.1991 – assegnata al Provveditorato agli Studi di Matera
  • Funzioni di Dirigente Tecnico presso l’Ufficio Scolastico Regionale della Campania – assegnata all’USP di Avellino dal 1993 al 2007
  • Dirigente USP Avellino dal 19.05.2007 al 05/05/2018
  • Dirigente Reggente presso U.S.R. Campania – Uff. XIV – A.T. provincia di Caserta dal 12/03/2013 al 10/02/2014
  • Valutazione di eccellenza anno 2010, 2011, 2012 e 2015 (art.26 CCNL co.3)
  • Revisore dei Conti anni 2011-2013 presso Istituzioni Scolastiche
  • Revisore dei Conti presso l’Università degli Studi “Parthenope” di Napoli dal 07/03/2013 al 2016;
  • Incarichi di rappresentante Ministeriale nei corsi biennali di specializzazione polivalenti dal 1992 al 1997
  • Incarico di Vigilanza concorsi ordinari e riservati scuola Elementare e scuola Materna
  • Componente commissione riconoscimento Parità Scolastica Legge 62/2000
  • Incarico Vigilanza Scuole Paritarie in ambito Regione Campania
  • Componente Coordinamento Regionale Integrazione
  • Coordinatore GLH – GLIP – Ufficio Scolastico Provinciale Avellino
  • Coordinatore CRT Provinciale Integrazione – USP Avellino
  • Responsabile Provinciale Scuole in area a rischio – USP Avellino
  • Componente Gruppo Regionale Lingue
  • Responsabile Provinciale Gruppo Lingue – USP Avellino
  • Coordinatore Osservatorio Regionale Scuola in Ospedale
  • Componente Gruppo Regionale PP1 – PP2 – PP3
  • Responsabile Provinciale PP1– PP2 – PP3 INVALSI – USP Avellino
  • Referente Provinciale Progetto OCSE-PISA – USP Avellino
  • Componente Gruppo di Lavoro Regionale Riforma L. 53/03 – ciclo primario
  • Referente Provinciale L. 53/03 – USP Avellino
  • Componente Gruppo Regionale PON
  • Responsabile Provinciale PON – USP Avellino
  • Componente Gruppo Regionale Progetto Cittadinanza
  • Responsabile Provinciale Progetto Cittadinanza – USP Avellino
  • Valutatore Progetto SI.VA.DIS.
  • Coordinatore attività formazione del personale docente
  • Coordinatore Unità Territoriale per la Formazione
  • Coordinatore organici di sostegno – USP Avellino

2) Attività didattica – Incarichi d’insegnamento:

  • Docente Corsi SICSI – Università Suor Orsola Benincasa – Napoli
  • Docente Corsi SICSI – Università del Sannio – Benevento
  • Docente Master di I e II livello Università San Pio V – Roma
  • Docente Master di I e II livello Università Giustino Fortunato – Benevento
  • Docente insegnamento “Pedagogia speciale e didattica dell’inclusione” (MPED/03) Università Giustino Fortunato Benevento
  • Docente insegnamento “Metodologie e Tecnologie didattiche” (MPED/04) Università Giustino Fortunato Benevento

3) Pubblicazioni scientifiche:

  • Essere adolescenti-cittadini nella complessità in Rinnovare La Scuola n. 30, 2006
  • L’associazionismo e i diritti dell’infanzia in Rinnovare La Scuola, n. 31, 2006

Clicca qui per visualizzare il calendario delle lezioni

AVVISO

In ottemperanza alla nota del 04 maggio 2020 prot. N. 798, avente ad oggetto le “Indicazioni ripartenza formazione – fase 2 fase3", viene confermato che fino alla sessione di Dicembre 2020 gli esami di profitto, di laurea e finali si svolgeranno in modalità a distanza; la presenza on-line della Commissione d’esame, i cui componenti saranno collegati attraverso l’aula virtuale con la contemporanea presenza in rete di almeno due studenti oltre all’esaminato. Contestualmente i Presidenti delle commissioni predisporranno il verbale GOMP. Viene ripristinato il servizio biblioteca su prenotazione nei giorni di Martedì e Mercoledì In un tempo di emergenza l’Università’ “G. Fortunato” assicura la regolare continuazione delle sue attività di istituto grazie all’esperienza maturata, che proprio in condizioni come le attuali conferma l’efficacia e la validità delle Università telematiche, in grado di mantenere un continuo colloquio tra corpo docente, tutors e studenti in virtù di una organizzazione amministrativa e di una tecnologia consolidate.