Orientamento: consigli per studenti e famiglie

La scelta del percorso di studi è un momento cruciale della vita di ciascuno studente e proprio per questo va vissuta con tranquillità. Ma non è così per tutte le nuove matricole, che spesso si lasciano assalire dal dubbio di imboccare il percorso sbagliato e la gioia di fare un ‘passo da grandi’ si trasforma in ansia.

“Bisogna cercare di assecondare i propri interessi, per avere la giusta motivazione, e avere fiducia nella propria capacità di affrontare questa importante scelta. Inoltre, bisogna comparare fra loro i corsi di laurea più in linea con le proprie aspirazioni e confrontarsi anche con i compagni di scuola per darsi forza a vicenda tra pari”. Sono questi alcuni consigli che la psicologa Sara Bottiroli – docente di Storia e fondamenti della psicologia e di Psicologia generale all’Università Giustino Fortunato – in vista degli Open Day, ossia le giornate di orientamento rivolte agli studenti delle classi quinte delle scuole superiori e alle loro famiglie, in corso all’UniFortunato nei giorni 21 – 22 e 23 Marzo 2019.

“Occasioni come questa – ha spiegato la psicologa – permettono l’incontro diretto con i docenti e con altri studenti che fanno parte di questo nuovo mondo, al fine di toccare con mano e senza ansia quella che sarà la loro scelta futura e figurarsela in maniera più concreta”.

Anche per le famiglie questo rappresenta un momento di crescita: da genitori di ragazzi ‘liceali’ ci si prepara a compiere il passo di genitori di ‘giovani adulti’, figli che cominceranno a prendere le loro decisioni autonomamente. “La cosa più importante che mi sento di consigliare ai genitori – conclude la Bottiroli – è di dare fiducia ai figli e di credere in loro e nelle loro scelte in quanto adulti e responsabili”, imparando a guardarli da lontano.  Sentire che gli altri credono in noi è infatti fondamentale per la costruzione di ciò che un individuo crede e pensa di se stesso”.